PESCAcna1RA – la notizia della permanenza di Ryanair a Pescara rappresenta un elemento decisivo per la vita del nostro aeroporto e soprattutto per la nostra economia.  Abbiamo seguito sin dall’inizio questa importantissima vicenda e oggi esprimiamo il nostro apprezzamento per il lavoro svolto  dal governatore Luciano D’Alfonso e dai parlamentari abruzzesi che, con un efficace gioco di squadra,  hanno consentito la permanenza della compagnia Low Cost irlandese attraverso la messa a disposizione di importanti risorse e poi con l’eliminazione dell’addizionale sui diritti d’imbarco
per il 2016 e ponendo le condizioni per una sua definitiva cancellazione nei prossimi anni.

Siamo intervenuti più volte sul problema anche con un documento congiunto con le altre organizzazioni datoriali e sindacali proprio perché l’aeroporto rappresenta una infrastruttura strategica per la nostra economia e per l’ulteriore sviluppo del turismo, che potrà rappresentare nei prossimi anni,  uno dei settori in grado di dare maggiore spinta alla produzione di ricchezza del nostro territorio e all’occupazione.

L’obiettivo è adesso quello di arrivare a breve ad un milione di passeggeri,  ipotesi raggiungibile se cosi come dichiarato nel nuovo accordo, Ryanair aprirà nuove rotte.

Il rilancio dell’aeroporto si dovrà inserire necessariamente all’interno di un più vasto programma che riguarda tutto il tema dei collegamenti per il trasporto delle merci e delle persone a cominciare dall’alta velocità sulla costa adriatica.
1359530845762.jpg--aeroporto_d_abruzzo_saga