Due persone sono rimaste ferite in modo non grave ieri sera a Pescara nel parcheggio antistante la zona della Madonnina. Al culmine di un diverbio poi sfociato in lite, si sarebbero affrontati cinque cittadini extracomunitari, due dei quali poi finiti in ospedale. Secondo la ricostruzione effettuata dagli agenti della Squadra Mobile la lite scoppiata fra quattro marocchini da una parte e un tunisino, dall’altra, riguardava il controllo della zona parcheggio che si trova alle spalle del mercato ittico. Dopo una prima discussione del pomeriggio in cui i quattro marocchini avevano intimato al tunisino di lasciare la zona a loro, quest’ultimo è tornato dopo poche ore e così è scoppiata una nuova lite in cui, secondo la polizia, i quattro avrebbero iniziato ad aggredire il rivale, colpendolo con calci e pugni e anche con un bastone. Per tutta risposta il tunisino, 27enne, avrebbe poi estratto un coltello, colpendo di striscio uno dei quattro, un franco-marocchino di 39 anni. Al loro arrivo i poliziotti hanno rinvenuto a terra il 39enne franco-marocchino con ferite al braccio e il tunisino con ecchimosi e ferite dovute ai colpi ricevuti. I due sono stati medicati in ospedale e giudicati guaribili il primo in dodici giorni per ferite da arma da taglio superficiali e il tunisino in venti giorni. I due sono stati denunciati per lesioni e il tunisino per il porto abusivo del coltello. La Mobile indaga per ricostruire bene l’accaduto e per risalire agli altri partecipanti alla lite che si è svolta davanti a testimoni che passavano nella zona.

 

Paolo Renzetti