Si è svolto sabato 10 e Domenica 11 Dicembre a Loreto Aprutino la mostra d’arte

L'interno della mostra
L’interno della mostra

contemporanea a cura di Debora de Flaviis. L’esposizione denominata Via Luna n°5, prende nome proprio dal locale del comune vestino che l’ha ospitata.
In questa esposizione interferenze, suoni e dipinti costruiscono una riflessione sul luogo, sull’ uomo, sull’arte. Una location del tutto inadeguata e lontana da quella che potrebbe essere l’idea di un “white cube”, lo spettatore è chiamato a confrontarsi con una serie di interventi che trasformano un habitat casalingo in art-spaces.
Quello che più colpisce è il luogo, con un passato di rilevanza storica, utilizzato poi come dimora, diventa, nel momento del suo totale abbandono, contenitore d’arte. In questa location del tutto insolita personalità varie instaurano relazioni con lo spazio, passando per vari gradi di conoscenza.
«L’idea parte da me – ci dice Debora de Flaviis – sono tre anni che insieme a Fausto Roncone e Giacomo Vallozza, rappresentanti dell’Associazione Culturale Lauretana, lavoro con interventi di carattere artistico all’ interno del centro storico di Loreto. Ho deciso di realizzarlo a Loreto Aprutino un po’ per partito preso date le polemiche di abbandono e incuria, temi ancora sulla bocca degli abitanti del nostro bellissimo Borgo, dall’ altra parte per le location interessanti come spazi dimenticati e fermi che trasudano di vissuto e di storia. Un azione di questo tipo – conclude – crea coinvolgimento e riflessione, avvicinando le persone all’ arte e alla cultura.

La performance di Antonio Crocetta
La performance di Antonio Crocetta

La mostra si presenta come un progetto composito, tra pittura, scultura , fotografia ed installazione a cui hanno preso parte: Roger Angeles, Giovanni di Girolamo, Debora de Flaviis, Rossella Caldarale, Ester Crocetta, Andrea Ponente, Simone Camerlengo, Tania Chiappini, Fiorenzo d’Angelo, Mercuzio e la performance teatrale di Antonio Crocetta.

Redazione Vestina News