Nella penultima seduta del Consiglio provinciale eletto nell’ottobre 2014 (l’8 gennaio  si svolgeranno le elezioni per il rinnovo dei consiglieri provinciali, n.d.r.) sono stati esaminati  tre argomenti importanti, i primi due dei quali sono stati approvati all’unanimità.

Il primo ha riguardato l’adozione del “Regolamento provinciale per il conseguimento delle abilitazioni di insegnante di teoria e di istruttore di guida presso le autoscuole, formazione periodica e provvedimenti nei confronti dei soggetti abilitati“: un provvedimento che obbliga alla formazione periodica e che consente di far entrare nel mercato dell’istruzione alla guida nuovi operatori, visto che dal 2002 non venivano più fatti esami per l’abilitazione degli aspiranti all’insegnamento alla guida;

Il secondo provvedimento ha riguardato la proposta di delibera di dimensionamento scolastico e ampliamento dell’offerta formativa.

Il Decreto del Presidente della Provincia, preso atto delle richieste avanzate dagli istituti e dalle delibera dei Comuni, oggetto di discussione nel corso di due riunioni in Provincia e una in Regione, cui hanno partecipato tutti i soggetti interessati (Sindaci, Comunità montana, Ufficio Scolastico Regionale, dirigenti scolastici e OO.SS.) ha stabilito di :

  • mantenere fermi gli attuali punti di erogazione del servizi scolastico all’istituto Omnicomprensivo di Alanno (Scuola primaria, secondaria di primo grado, Istituto tecnico agrario statale, Istituto professionale di Stato per l’Agricoltura);
  • mantenere fermo l’attuale assetto dell’Istituto Omnicomprensivo di Popoli, che comprende la scuola d’Infanzia, primaria e secondaria di I grado, Liceo Scientifico, IPSIA e ITC di Torre de’ Passeri;
  • di mantenere fermo l’attuale assetto dell’Istituto comprensivo “ Croce” con sede a San Valentino in A.C.;
  • riconfermare l’assetto scolastico delle scuole della provincia, ad eccezione dell’Istituto Omnicomprensivo di Rosciano cui si annette Civitaquana, e

di ampliare l’offerta formativa delle scuole del 2° ciclo di istruzione, mediante:

l’attivazione presso il Liceo Classico D’Annunzio di Pescara l’indirizzo scientifico in aggiunta a quello classico esistente;

di attivare l’indirizzo linguistico presso l’Istituto Mario dei Fiori di Penne.

Inoltre è stata rinnovata per altri sei mesi, eventualmente prorogabili per altri sei, la convenzione con Società Provincia e Ambiente S.p.A. per la verifica degli impianti termici.

Il Consiglio si riunirà nuovamente domani, per l’ultima seduta con l’attuale composizione,  alle ore 15, per l’esame dei punti riguardanti i debiti fuori bilancio, e per la cerimonia di commiato dei consiglieri uscenti. “Sono particolarmente soddisfatto – ha dichiarato al termine della seduta il presidente Antonio Di Marco – innanzitutto per il risultato del dimensionamento scolastico, in quanto abbiamo accolto le richieste dei Sindaci e dei dirigenti degli istituti interessati, e poi perché abbiamo consentito l’ampliamento dell’offerta formativa in modo da poter assorbire l’eccedenza di altri licei e di poter contare su spazi idonei per l’attività scolastica del nuovo polo liceale pescarese”.

Uff. Stampa Provincia di Pescara