CONDIVIDI

Dopo 16 gare ufficiali i biancazzurri perdono l’imbattibilità stagionale in una gara giocata sul filo dell’equilibrio e decisa da episodi, che questa sera hanno sempre sorriso a favore dei padroni di casa. Il Pescara lascia fuori Salas, mentre per la squadra di casa si conferma l’assenza dell’infortunato Mammarella. Minuti iniziali che vedono protagonista il grande tatticismo previsto alla vigilia, le due squadre sono contratte; scorrono i minuti, prevalgono le marcature, sono chiari i duelli che caratterizzeranno l’intero incontro Caputo – Lukaian, Leggiero – De Oliveira. La prima emozione arriva al minuto 3.48 Cuzzolino va via a Jonas sulla fascia, pallonetto di poco fuori con Casassa che sospira guardando passare la palla a pochi centimetri dal palo. Passano pochi secondi e c’è la pronta risposta dei nerazzurri con un bel tiro di Bordignon, ma Capuozzo si fa trovare pronto. Il primo tempo resta inchiodato sullo zero a zero con occasioni da entrambe le parti che vedono spesso protagonisti Cuzzolino da una parte e Lukaian dall’altra. Il secondo tempo si apre subito con un “uno-due” della squadra di casa che in poco più di due minuti si trova inaspettatamente in vantaggio di due reti. Dopo solo diciannove secondi sul cronometro, infatti, doccia fredda per il Pescara: su un tiro di Canabarro, Capuozzo respinge corto e Lukaian da distanza ravvicinata insacca l‘1 a 0. Minuto 2.18 raddoppio di De Oliveira che carica un tiro da posizione quasi impossibile, riuscendo a trafiggere l’incredulo Capuozzo. Il Pescara non molla e con caparbietà viene fuori, si sveglia prima con Rosa che sfiora il goal e poi con Leggiero che accorcia le distanza con un gran tiro al volo su servizio di Chimaguinho. Nei minuti seguenti la partita è vivace, prevalgono i duelli fisici con l’Acqua&sapone che riesce però a denti stretti a difendere il vantaggio. Bisogna arrivare al minuto 9.57 per un altro sussulto del match: corner di Lima che assiste Jonas, il brasiliano colpisce al volo spedendo sul secondo palo, Capuozzo è battuto, prova ad intervenire Canal ma riesce solo a sfiorare la palla che rotola in rete. Il Pescara non molla e con grande “animus pugnandi” continua ad attaccare. Colini inserisce Cuzzolino come portiere di movimento ed è proprio su un tiro sporco del numero 17 pescarese che Leggiero raccoglie palla da due passi e mette in rete. 3 a 2 e partita di nuovo apertissima. Il Pescara si lancia all’attacco alla ricerca del pareggio, lancio lungo di Capuozzo per Borruto, l’argentino resta a terra in uno scontro con il portiere Casassa, che si affretta a rilanciare la palla per Jonas che con un tiro deviato trova un goal fortunoso, fissando il punteggio sul 4 a 2. È il minuto 16.33 quando il capitano dei nerazzurri Lima,caparbiamente, sradica la palla al portiere di movimento Cuzzolino e serve a Canabarro che chiude i gioch,i siglando il gol a porta vuota. Nei minuti finali il Pescara impegna in più occasioni la difesa avversaria, ma è troppo tardi. Finisce 5 a 2, risultato un pò troppo largo per i padroni di casa anche se per la verità, questa sera non si è visto il solito Pescara brillante e cinico. Ne ha approfittato un Acqua&sapone ben messo in campo da Antonio Ricci, che anche quest’anno regala un dispiacere alla compagine biancazzurra. Sconfitta pesante più per le statistiche che per la classifica: la squadra biancoazzurra frena in campionato dopo 12 risultati utili consecutivi. Poco cambia, invece, in classifica con il Pescara ancora saldamente primo con cinque lunghezze di vantaggio sul Napoli, seguono Luparense terza e la vittoriosa Acqua e Sapone quarta.
ACQUA&SAPONE UNIGROSS-PESCARA 5-2 (0-0 p.t.)

ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Casassa, Canabarro, Lima, De Oliveira, Jonas, Romano, Rocchigiani, Murilo, Zanella, Lukaian, Bordignon, Mambella. All. Ricci

PESCARA: Capuozzo, Caputo, Ghiotti, Canal, Chimanguinho, Pulvirenti, Leggiero, Borruto, Rosa, Cuzzolino, Azzoni, Pietrangelo. All. Colini

MARCATORI: 0’21’’ s.t. Lukaian (A), 2’16’’ De Oliveira (A), 5’14’’ Leggiero (P), 9’57’’ Jonas (A), 14’47’’ Leggiero (P), 15’34’’ Jonas (A), 16’33’’ Canabarro (A)

AMMONITI: Lima (A), Borruto (P), Lukaian (A), Chimanguinho (P)

ARBITRI: Alessandro Malfer (Rovereto), Andrea Sabatini (Bologna), Massimo Tiberio (Teramo) CRONO: Fabio Maria Malandra (Avezzano)

DELFINI COMMUNICATION AND PRESS OFFICE