CONDIVIDI

Nel tardo pomeriggio di Lunedì è arrivata la notizia da parte del presidente della regione Abruzzo Luciano D’Alfonso che annuncia il non declassamento dell’agenzia INPS di Penne, dopo il vertice a Roma con il direttore generale Gabriella di Michele e l’assessore al bilancio del comune vestino Gilberto Petrucci. In tutto questo il comune di Penne deve impegnarsi a trovare in comodato dei locali individuati, adesso, in quelli vicino alla sala polivalente in piazza Luca da Penne.

A riguardo non è tarda ad arrivare, nella giornata di ieri, la replica del candidato sindaco di Penne Vale, Ennio Napoletano, già vice sindaco nella passata amministrazione: “La sostanza è che il comune di Penne ha creato confusione, in quanto la sede assegnata all’INPS, presso i portici Salconio (Ex Giudice di Pace) la vuole utilizzare per l’istituto superiore “G.  Marconi”, in attesa di ricevere i musp. A questo punto la direzione regionale Inps nell’incontro di luglio scorso, vista l’assenza di una sede idonea, ha proposto la riduzione a quattro dipendenti e va da sé che sotto a sei dipendenti si perde l’agenzia di produzione. Problema – continua il consigliere di Penne Vale – che l’amministrazione aveva accettato tutto supinamente come riportato nella risposta scritta alla mia interrogazione al consiglio del 28 luglio scorso.”

Redazione