CONDIVIDI

Due giovani arrestati, e 13 giovani assuntori segnalati alla Prefettura di Pescara, con il sequestro, nel corso delle indagini di 70 grammi di marijuana, di 10 grammi di cocaina, 10 grammi di Hashish, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento della droga e 555 euro in contanti. Questo il bilancio dell’operazione antidroga conclusa dai militari della Compagnia di Penne (Pescara), coordinati dal maggiore Alessandro Albano, in collaborazione con i colleghi dell’Arma della Compagnia di Popoli (Pescara), e che rientra nel più ampio contesto dei servizi di prevenzione e contrasto in atto sul territorio disposti dal Comando Provinciale Carabinieri, con specifica attenzione rivolta agli ambienti giovanili nei quali il consumo di stupefacenti trova costanti riscontri. Ai domiciliari, su ordinanza cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Pescara, sono finiti un 25enne e un 28enne di San Valentino in Abruzzo Citeriore (Pescara), per i reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, per fatti commessi dal 2014 al 2017. L’indagine, avviata nel mese di aprile  scorso, ha consentito di monitorare numerosi giovani assuntori di stupefacenti che si rifornivano con frequenza giornaliera dai due arrestati e di individuare anche un locale, dove avveniva lo spaccio e spesso anche la consumazione degli stupefacenti. L’operazione è la settima in ordine di tempo dall’inizio dell’anno, aggiungendosi ai numerosi precedenti deferimenti ed arresti di giovani tossicodipendenti del centro Vestino e della Valpescara.

Redazione