Sono 14 i milioni di euro di cui beneficerà la provincia di Pescara, dopo la delibera di Giunta Regionale relativa al finanziamento di 56 milioni di euro concesso dalla Regione Abruzzo alle Province per le esigenze e la sistemazione della viabilità provinciale già esistente. Di questi quattordici milioni sette milioni di euro serviranno per garantire sicurezza alla viabilità dell’area Vestina. E’ quanto detto dal presidente della regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, in conferenza stampa questa mattina presso la Sala Figlia di Jorio della Provincia di Pescara.

Il 23 ottobre sempre il Presidente della regione incontrerà il vertice di ANAS, Armani, per riaprire il dossier chiuso nove anni fa, finito anche in mano della magistratura, e decidere la cantierizzazione, per un importo di 37 milioni di euro, sulla strada Loreto-Penne perché, continua il presidente D’Alfonso, la debolezza nella provincia di Pescara è sicuramente la valle Vestina che con questo importante impegno vedrebbe scendere di venti minuti tempi di percorrenza.

Oltre alla viabilità il presidente D’Alfonso ha toccato anche un tema importante come quello degli immobili, ed in questa occasione ha dato la notizia che l’Abruzzo è entrato nel dossier Casa Italia, che si prende cura altre agli edifici scolastici e municipali anche degli edifici a rischio crolli. Questo è un dossier, spiega D’Alfonso, che attinge ad un fondo di sette miliardi di euro l’anno per dieci anni, e in un incontro che ci sarà nei prossimi giorni con il capo dossier Casa Italia Roberto Marino si dice pronto a far entrare su base tecnica anche i centri storici di Atri, Penne e Lanciano oltre a Sulmona.

Tutto questo verrà comunicato nelle prossime ore ai presidenti delle province, che potranno procedere ad appaltare e dare il via a tutto l’iter che porterà all’inizio, stimato per cinquanta sessanta giorni.

Stefano Recanati