Città Sant’Angelo, Nella seduta di Consiglio Comunale straordinario convocato su richiesta delle forze di opposizione tenutosi ieri sera 20 febbraio alle ore 18,00, il LIBERI E UGUALI ha comunicato l’uscita dalla maggioranza dei suoi tre rappresentanti: il vice sindaco Alice Fabbiani, il consigliere Mirko Collevecchio ( assessore con delega all’urbanistica nei primi tre anni di amministrazione) e il consigliere Pierpaolo Di Brigida.
Pomo della discordia le dimissioni dell’Amministratore unico della società Linda S.p.A e lo stato di agitazione degli operai. Domani sera è stata convocata una riunione del PD per esaminare il da farsi. Il Sindaco Gabriele Florindi prende atto di questa situazione e se ne assume tutta la responsabilità: “ Se dovesse fallire, dopo cinquanta anni, l’esperienza del centro sinistra a Città Sant’Angelo, la colpa è solo mia, che ho scelto le donne e gli uomini che hanno composto la mia lista e il mio esecutivo. Adesso ci sarà il Bilancio da approvare, atto dovuto di responsabilità verso la cittadinanza; se avrò ancora una maggioranza lo si vedrà nella seduta consiliare di approvazione dello strumento cardine dell’amministrazione, in caso contrario torneremo tutti a casa e ognuno se ne assumerà le proprie responsabilità”.
Prosegue il Sindaco “sono a posto con la mia coscienza per come ho amministrato la mia collettività con massima dedizione, abnegazione, trasparenza e soprattutto ONESTA’. Resto a disposizione per qualsiasi soluzione che vada solo ed esclusivamente a beneficio della mia Comunità”