CONDIVIDI

Il sindaco di Pianella, Sandro Marinelli, ha richiesto l’intervento del presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco, per procedere con l’annullamento in autotutela delle richieste di canone Cosap che stanno pervenendo in questi giorni ai cittadini che hanno accesso all’arteria provinciale.

La strada, recentemente riaperta a senso unico alternato mediante l’installazione di un impianto semaforico messo a disposizione dallo stesso Comune vestino, è stata interdetta per un anno intero a causa di una frana che ne ha impedito l’utilizzo creando disagi all’intera area vestina, costretta a ripiegare sulla viabilità minore o allungando notevolmente i tempi di percorrenza attraverso l’impiego di strade alternative.

Il regolamento Cosap della provincia di Pescara è stato modificato nel maggio 2016, proprio tramite una proposta che all’epoca vide una fattiva convergenza di tutto il consiglio provinciale nella consapevolezza che l’impossibilità dell’ente provincia, vittima di tagli governativi indiscriminati, nell’intervenire tempestivamente sulle crescenti situazioni di grave dissesto idrogeologico, si risolvesse in una beffa a danno della cittadinanza.

“ Ho ritenuto opportuno interessare della questione il Presidente Di Marco, afferma il sindaco Marinelli, richiedendo un suo intervento presso gli uffici provinciali. Risulterebbe paradossale richiedere il pagamento di un canone per una strada, la cui interdizione durata 13 mesi, ha provocato danni rilevanti per tutta l’economia del territorio anche in considerazione dei tempi per una soluzione definitiva per la quale si attende il relativo progetto. In considerazione della ulteriore tempistica che costringe l’utenza ad una fruibilità limitata ho chiesto al Presidente di assumere l’iniziativa per estendere l’esenzione del pagamento degli accessi Cosap su tale arteria fino alla definitiva sistemazione”.