CONDIVIDI

Riteniamo che l’impegno assunto oggi, 22/03/2018, dalla Giunta e dal Consiglio Comunale tutto sia una vittoria, anche se parziale. Lo scorso dicembre come Giovani Democratici-Area Vestina, con il supporto del Partito Democratico-Circolo di Penne e Articolo 1-Movimento Democratico e Progressista-Area Vestina e grazie all’impegno del capogruppo Penne Vale Ennio Napoletano che ha fatto suo il nostro appello, avevamo presentato, forti di una raccolta firme che ha visto l’adesione di quasi 300 studenti, la richiesta di destinare l’ex sala consiliare situata presso i locali del Comune di Penne, ad uso aula studio. A seguito della nostra mozione abbiamo riacceso i riflettori anche sulla questione concernente la riapertura dell’Agenzia per la Promozione Culturale di Penne (APC), alias biblioteca. Abbiamo constatato il fatto che i locali in Via Martiri Pennesi presso i quali l’APC era ospitata avevano subito danni strutturali a seguito degli eventi calamitosi del gennaio 2017 e l’immobile stesso è stato oggetto di lavori per il ripristino della funzionalità ultimati in data 06/02/2017 (e certificato dal Comune di Penne in data 05/04/2017). Successivamente alla nostra campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla necessità di dotare la città di spazi di promozione culturale, nell’interesse primario della comunità studentesca locale ma anche per il ruolo sociale, culturale, artistico che lo stesso ricopre, il sindaco Semproni in data 14 febbraio 2018 e 19 marzo 2018 ha sollecitato i competenti organismi regionali per la pronta riapertura dell’APC, risultando l’assenza di personale da destinare alla sede vestina l’unico ostacolo alla riapertura. Avendo riscontrato la forte volontà da parte degli enti regionali, in particolar modo del consigliere regionale con delega alla Cultura, Luciano Monticelli, e del direttore del Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio, Francesco Di Filippo, di contribuire in maniera attiva e celere alla riapertura dell’APC anche attraverso il coinvolgimento di enti privati, assumiamo il compito di farci promotori dell’avvio celere di una trattativa per la stipula di una convenzione di gestione tra le cooperative e le associazioni di volontariato presenti sul territorio vestino e con esperienze positive nella gestione di enti simili e la controparte regionale, nell’interesse generale di tutti. Consideriamo comunque negativo il fatto che la Giunta Comunale, in più di un anno, non sia riuscita a trovare alcuna soluzione, anche temporanea, per far fronte all’assenza di spazi ad uso extra-scolastico in attesa dei più recenti sviluppi. Riteniamo che la riapertura dell’APC in via Martiri Pennesi, anche in ragione del ruolo propositivo in ambito culturale ed artistico che lo stesso riveste, rappresenti la soluzione ottimale per l’intera comunità studentesca nonché cittadina. Resteremo vigili e costruttivi affinché le competenti istituzioni, regionali e comunali, portino a conclusione, nel più breve tempo possibile, l’iter di riapertura dell’Agenzia per la Promozione Culturale, stante la persistenza della situazione di disagio che i tanti studenti presenti sul territorio vivono da più di anno. Se non ci dovessero essere sviluppi positivi sulla vicenda entro un mese, riproporremo al Consiglio Comunale la necessità dell’individuazione di luoghi adatti da destinare in uso alle attività extra-scolastiche. Soddisfatti per il ruolo di stimolo e sollecitudine rivestita dalla nostra azione politica, riterremo efficacemente conclusa la nostra battaglia solamente alla riapertura ed alla effettiva riattivazione dei servizi dell’Agenzia per la Promozione Culturale o di locali simili. Riteniamo opportuno che il Presidente del Consiglio Comunale, Antonio Baldacchini, convochi un Consiglio Comunale aperto ad hoc sul tema alla presenza dei Consiglieri Regionali e dei Direttori dei Dipartimenti interessati. Restiamo inoltre disponibili a costituire una nostra delegazione al fine di promuovere la nostra azione ad ogni livello amministrativo e chiediamo che questa venga coinvolta in ogni passaggio istituzionale, quali portavoce delle esigenze della comunità studentesca vestina, grazie al mandato politico consegnatoci da quasi 300 studenti e studentesse.
Riccardo Natanni – Giovani Democratici-Area Vestina

Andrea Vecchiotti-Partito Democratico-Circolo di Penne

Luca Rossi-Articolo 1-Movimento Democratico e Progressista-Area Vestina