CONDIVIDI

Il 31 luglio 2018 nella sede del Comune di Loreto Aprutino si è svolto un tavolo di concertazione, presieduto dal Vice Sindaco Dr. Gianni Di Fermo, sulle problematiche del settore agricolo causate dalla presenza di cinghiali e lupi sul territorio.
Alla riunione hanno preso parte rappresentanti della Regione Abruzzo (dott. F. Recchia) del Servizio veterinario della Asl di Pescara ( Dr,. D’Intino) , gli amministratori del Comune di Loreto , rappresentanti Coldiretti (avv. Diligenti), della Cia (Mauro Di Zio Pre. Reg.), nonché i rappresentanti delle associazioni venatorie Enal caccia ed Arci caccia .
Trattasi di due specie selvatiche tipiche del nostro territorio ubicate principalmente nelle aree montane e pedemontane. Con l’abbandono dei terreni e il conseguente aumento delle coperture boschive, si è registrata una invasione di cinghiali, interessante principalmente la vallata del fiume Tavo fino al mare.
Analogo fenomeno ha interessato le aree protette dove gli animali trovano habitat protetto per la riproduzione, per cui nonostante gli sforzi della Regione Abruzzo e della Provincia di Pescara con il Piano di gestione e controllo della popolazione dei cinghiali 2014/2019m e successive integrazioni 2017, che dà la possibilità di interventi anche ad altre forze dello Stato ( Polizia, Vigili e carabinieri forestali) e l’attuazione di forme di caccia specializzate, braccata, girata, selezione, si stima in Abruzzo una popolazione di cinghiali di 150.000 unità.
Analogo incremento, sia pure con numeri decisamente inferiori, ma con alta pericolosità dal punto di vista della sicurezza dei cittadini, ha riguardato la popolazione dei lupi, specie protetta che ha trovato la sua esplosione per la presenza di abbondante cibo ( Cinghiali, caprioli, pecore e altri animali domestici quali cani domestici)
Si è convenuto pertanto al fine di tutelare la sicurezza dei cittadini ed il reddito degli agricoltori, di attivare tutti gli strumenti necessari per affrontare il problema con programmazione e nel rispetto delle norme vigenti.
E’ altresì intenzione dell’amministrazione comunale di Loreto Aprutino e di tutti i partecipanti di tenere aperto il tavolo di concertazione e di estenderlo a tutti i rappresentanti dei comuni limitrofi al fine di ridefinire le aree vocate ampliamento dei territori di caccia e delle giornate di caccia e trovare forme di contenimento anche per le specie protette in attesa di una auspicata revisione della Legge nazionale.