Prende il via il SUE – “Sportello Unico Europa”, la rete per il rilancio dello sviluppo territoriale dell’Area Vasta vestino-angolana coordinata dal Comune di Penne. Venerdì 14 settembre, alle ore 11,00, presso la Sala “La Figlia di Iorio” della Provincia di Pescara, durante la conferenza stampa, verrà presentato il progetto che vede protagonisti i comuni di Penne, Città Sant’Angelo, Loreto Aprutino e Montebello di Bertona. Interverranno il Presidente della Provincia di Pescara, Dott. Antonio Di Marco ed il Consigliere regionale con delega agli Affari Istituzionali ed Europei del Consiglio Regionale, Dott. Luciano Monticelli. Individuare le opportunità presenti, pianificare, organizzare le risorse umane e rafforzarne le competenze tecnico-professionali, dare energia alle iniziative di sviluppo territoriale attraverso l’attuazione di una strategia unitaria ed integrata. Questi gli obiettivi dell’Ufficio Unico, che avrà sede presso la Casa delle Arti e dei Mestieri e favorirà la gestione associata dei servizi per l’accesso alle risorse rese disponibili dall’Europa attraverso i programmi, diretti ed indiretti, nazionali, regionali ed internazionali.

L’iniziativa, nata nell’ambito dell’“Empowerment delle Istituzioni Locali”, Intervento N.25 del POR-FSE 2014-2020 della Regione Abruzzo, ha condotto il team verso l’ottenimento di un contributo a fondo perduto pari a 70.000 euro. Nella graduatoria resa nota lo scorso 29 agosto, il progetto è risultato vincitore a fianco ad altre iniziative condotte dalle più importanti realtà comunali d’Abruzzo.

Il programma, della durata di un anno, prevede importanti attività. Azioni di scouting metteranno i comuni in condizione di individuare i fabbisogni e le opportunità presenti. Momenti di incontro con gli stakeholders, in particolare con i giovani, le categorie svantaggiate ed i docenti e dirigenti scolastici dei centri di istruzione locale di ogni ordine e grado, aiuteranno a sensibilizzare sui valori della cultura europea e ad informare sulle opportunità individuate. Tavoli di lavoro tra gli attori dello sviluppo locale, quali DMC, Regione Abruzzo, Provincia di Pescara, Camere di Commercio, Associazioni di categoria, porteranno all’individuazione di una strategia integrata ed alla costituzione di partenariati strategici. Attraverso azioni di lobbying con i rappresentanti delle istituzioni europee a Bruxelles, si creeranno le condizioni per facilitare l’ottenimento di risorse specifiche. Apposite attività formative di capacity building permetteranno alle risorse interne dei comuni di acquisire le competenze necessarie per gestire e rendicontare, di volta in volta, i progetti approvati, coordinate dai project managers del SUE. Verrà appositamente implementato un Piano di Comunicazione per informare, sensibilizzare e disseminare i risultati attraverso i più innovativi strumenti di social media marketing e di comunicazione web. Un’attenzione particolare sarà dedicata all’innovazione digitale, con la realizzazione di un’app che avrà il duplice obiettivo di informare e sensibilizzare gli stakeholders e di gestire internamente l’intero ciclo progettuale.

Il modello organizzativo sperimentato condurrà verso una valorizzazione delle esperienze maturate con impatti di lungo periodo e costituirà per la Regione Abruzzo un progetto pilota con risultati replicabili in altri contesti.

“Sono contento di tenere a battesimo lo Sportello Unico Europa”, ha dichiarato il sindaco di Penne Mario Semproni. “Alla base di questo progetto c’è un lavoro di squadra che va nella direzione della creazione dello sviluppo locale dell’Area Vasta vestino-angolana. L’impulso principale sarà quello di dare voce alle istanze dei territori che attualmente non riescono ad essere soddisfatte nelle singole sedi istituzionali. Sarà proprio la messa in rete delle competenze, delle iniziative e delle risorse l’arma vincente”.

“La firma della Convenzione rappresenta un momento importante; segna l’inizio di un cammino comune che ci porterà verso la condivisione di progetti importanti per il nostro territorio. La formazione (in particolare quella della lingua inglese e del project management), lo sfruttamento delle opportunità offerte dalle innovazioni digitali e dai social media ed un collegamento a Bruxelles con le istituzioni europee saranno le armi importanti a diposizione per vincere questa grande sfida. Intendiamo portare avanti in una logica cooperativa, che ci ha contraddistinto fin dall’inizio di questa avventura, progetti importanti: L’Albergo Diffuso, le Rievocazioni Storiche ed altre attività turistico-culturali. Intendiamo costruire tavoli di lavoro con gli attori dello sviluppo locale e partecipare alla formazione delle policy in una logica che parte dal basso”, ha evidenziato l’assessore del Comune di Penne, Dott.ssa Lorenza Di Vincenzo.

“Abbiamo sin dall’inizio accolto con favore questa bella iniziativa. La costruzione, in forma associata e coordinata, di una strategia unitaria di sviluppo territoriale ci permetterà di compiere un salto di qualità, facendo del SUE un punto informativo, formativo e di progettazione, destinato ad essere in futuro un punto di riferimento per l’Area Vasta vestino-angolana. Città Sant’Angelo, uno dei Borghi più Belli d’Italia, ha ricevuto recentemente il riconoscimento di Forbes che l’ha classificata come una delle 5 città in cui si vive meglio al mondo. L’intensa attività turistico-culturale rappresenta un grande punto di forza e ci permetterà di costruire insieme progetti ambiziosi, condividendo valori ed idee comuni” ha dichiarato il Sindaco del Comune di Città Sant’Angelo Gabriele Florindi.

“È senz’altro una buona opportunità volta a favorire, in maniera associata, lo sviluppo dei nostri territori tramite l’accesso a risorse finanziarie messe a disposizione dai programmi europei. La creazione di uno sportello dedicato aiuterà gli enti locali e, soprattutto, potrà dare una grossa mano a coloro che vorranno avviare un progetto.” ha riferito, infine, l’Assessore del Comune di Loreto Aprutino Maria Mascioli.

“L’Unione tra i comuni di Penne, Città Sant’Angelo, Montebello di Bertona e Loreto Aprutino rappresenta un passo importante verso il rafforzamento dei servizi pubblici locali. I nostri territori combattono, oggi, contro la crisi, gli eventi calamitosi, la severità dei vincoli di bilancio e la parcellizzazione delle risorse economiche. Sono sicuro che la condivisione di obiettivi, strumenti e risultati ci permetterà di definire una linea comune coerente con la Strategia delle Aree Interne”  ha dichiarato, infine, il Sindaco del Comune di Montebello di Bertona Venanzio Fidanza.