Definita la data delle prossime elezioni regionali, la politica della provincia di Pescara si appresta a decidere chi dal prossimo primo novembre, si vota mercoledì 31 Ottobre, si fregerà della fascia blu di presidente. Si perché da tempo ormai la scelta del Presidente di provincia è una affare per sindaci e consiglieri comunali compresi nel territorio di Pescara.
A darsi battaglia saranno in tre: Vincenzo Catani, sindaco di Picciano, Antonio Zaffiri, sindaco di Collecorvino, a rappresentare l’area vestina e Luciano Di Lorito sindaco di Spoltore.
Vincenzo Catani, sindaco del Comune di Picciano al suo secondo mandato e consigliere provinciale da quattro anni, è il candidato presidente della Provincia di Pescara per il movimento civico Abruzzo Insieme dell’ex assessore regionale Donato Di Matteo che con questa sua scelta di fatto sancisce la sua definitiva uscita dal partito democratico.
«Faremo sicuramente meno foto di scuole e nastri – commentata Catani riferendosi all’uscente Presidente della Provincia Antonio Di Marco – garantendo più programmazione e sicurezza degli edifici scolastici e mettendo più asfalto sulle strade provinciali ridotte a un colabrodo. Ripartiremo dall’ascolto per risolvere le esigenze degli amministratori dei comuni più piccoli. Ringrazio i consiglieri regionali Di Matteo e Gerosolimo – continua il sindaco di Picciano – perché con Abruzzo Insieme saremo alternativi al centrodestra e al centrosinistra, attraverso il superamento dei vecchi schemi della politica»
Il centrodestra invece punta su Antonio Zaffiri, anche lui proveniente dall’area vestina dove da sette anni è sindaco di Collecorvino al suo secondo mandato.
«Ringrazio tutti i partiti del centrodestra che mi hanno cercato, attenzionato, e proposto di affrontare la corsa elettorale – ha detto il sindaco Zaffiri -. Ho preso atto di tale possibilità sulla base di una proposta condivisa di governo della Provincia che la riforma Delrio ha ridotto a un Ente che apparentemente non svolge una funzione per noi invece fondamentale. Ho accettato la proposta di candidarmi ad assumere la guida della Provincia per rilanciare il ruolo di un Ente nel dibattito con la Regione Abruzzo, la quale deve comprendere che senza l’adeguato e l’opportuno raccordo tra Enti comunali e la stessa Regione si perde il contatto reale e costante con i cittadini e con le loro vere esigenze. Le nostre priorità – continua Zaffiri – sono strade percorribili e risanate, scuole sicure, colline vivibili e manutenute, fiumi puliti per la balneabilità e marketing territoriale per attrarre turisti e una profonda riorganizzazione della macchina amministrativa provinciale oggi allo sbando.
Per quanto riguarda il centrosinistra, dopo tanti incontri e proposte, la scelta è ricaduta su Luciano Di Lorito, rieletto alla guida del Comune di Spoltore, è stato anche consigliere provinciale e Vicepresidente dell’Ente dal 2014 al 2017.
«Le ragioni di questa scelta», commenta il segretario provinciale del Pd Romina Di Costanzo «muovono non solo dal prezioso profilo di capacità, coerenza e integrità morale del candidato, ma anche dalla sua lunga esperienza in ambito amministrativo, in quanto sindaco rieletto con ampio consenso, nel suo Comune, e che ha già dimostrato la validità del suo impegno in Provincia, svolgendo più volte il ruolo di consigliere. Dunque un amministratore che conosce bene le necessità e le criticità del territorio, dalla viabilità delle aree interne alle nuove esigenze della dimensione metropolitana, e pertanto, in grado di fornire risposte adeguate alla complessità dell’ambito provinciale dall’entroterra alla costa».
Si voterà mercoledì 31 ottobre dalle ore 8 alle ore 20, dalle ore 8 alle ore 20, nel seggio costituito presso la sede della Provincia di Pescara – Sala Tinozzi (Sala Consiglio), Piazza Italia, 30 – Pescara.
Sono elettori i Sindaci ed i Consiglieri comunali dei Comuni compresi nel territorio della Provincia di Pescara in carica alla data della elezione.

Stefano Recanati