È iniziata ufficialmente, con la presentazione nella sala consigliare del comune di Civitella Casanova, la campagna elettorale per le elezioni regionali del 10 febbraio 2019 di Marco D’andrea e della lista civica di centro destra Azione Politica guidata da Gianluca Zelli. 

La figura di D’Andrea, riconfermato due anni fa alla guida del suo paese in un plebiscito di voti, è stata voluta fortemente da Augusto Recchia, uno dei primi ad aderire al lista, e dallo stesso Zelli in quanto la sua lista civica vuole ridare spazio e importanza alle aree interne dell’intero Abruzzo. 

Azione Politica che vuole ripartire dalle persone ha nel corso della sua fondazione individuato cinque punti fondamentali su cui investire le proprie risorse e soprattutto le proprie energie. 

Infrastrutture e disseto idrogeologico, investire su questo partendo dai collegamenti viari con le aree interne, avendo però delle priorità come il rischio idrogeologico e le scuole.

Lavorare sulla sanità, iniziando a rivedere le strutture sanitarie periferiche con investimenti mirati anche al rafforzamento dell’assistenza domiciliare. 

Altro snodo cruciale della campagna elettorale di azione politica sarà anche la ricerca e l’utilizzo dei fondi europei, individuando obiettivi precisi che possono essere portati in porto. Innovare la Regione, è questo il penultimo punto su cui deve investire l’Abruzzo creando la “Smart Region” per poter consentire ai paesi di non rimare indietro sulle infrastrutture tecnologiche, e poi lo sviluppo economico rafforzando i tre capisaldi della nostra regione e cioè agricoltura, turismo, industriala. 

«Sono contento di vedere oggi – dice Marco D’Andrea – tanti sindaci della nostra area, questo vuol dire che c’è ancora chi crede in questa zonò vestina. Ho sposato subito la causa di Gianluca Zelli perché ha creduto sin da subito nelle aree interne individuando subito qual è la sostanza di cui ha bisogno la Regione». Nell’occasione D’Andrea ha voluto rincuorare i suoi cittadini per quanto riguarda un suo abbandono alla guida del paese. «Il carico di lavoro aumenterà notevolmente ma posso contare su una squadra veramente fantastica che mi permetterà di proseguire il mio lavoro nella comunità di Civitella».

L’unico handicap, che sta ritardando di molto i tempi di avvicinamento alle elezioni è l’accordo che manca tra i partiti maggiori di centro destra, il fine settimana potrebbe essere decisivo, ma l’idea di Azione Politica è ancora forte sul candidato unico Fabrizio Di Stefano ma non è da escludere novità dell’ultima ora.

Stefano Recanati