Riprenderanno martedì 8 gennaio gli interrogatori davanti ai magistrati nell’ambito dell’inchiesta sul disastro dell’Hotel Rigopiano in cui morirono 29 persone. I primi dopo l’avvio dell’inchiesta-bis sulle richieste di aiuto fatte da Gabriele D’Angelo, poi deceduto in quella tragedia, la mattina del 17 gennaio.  

Saranno 9 dei 25 indagati, per i quali la Procura di Pescara ha chiesto il rinvio a giudizio, a comparire presso il tribunale di Pescara tra martedì 8 e Giovedì 10 gennaio.

L’8 gennaio toccherà all’ex presidente della Provincia Antonio Di Marco, al dirigente del settore Viabilità Paolo D’Incecco, al responsabile del servizio viabilità e referente di Protezione civile Mauro Di Blasio ed al legale rappresentante della Gran Sasso Resort Spa Bruno Di Tommaso.

Il giorno dopo mercoledì 9 toccherà al sindaco di Farindola Ilario Lacchetta, all’ex primo cittadino del Comune vestino Antonio De Vico e al tecnico geologo Luciano Sbaraglia. Il 10 gennaio invece sfileranno davanti ai magistrati l’ex prefetto Francesco Provolo e il comandante della polizia provinciale Giulio Honorati