È ancora indelebile negli occhi degli italiani e di tutti gli abruzzesi la tragedia di Rigopiano, quando una valanga staccatasi dal monte siella, in un mix di avvenimenti catastrofici, inghiotti per il resort Gran Sasso e con essa la vita di 29 persone. 

Il 18 gennaio saranno passati due anni da una delle pagine più brutte che il nostro Abruzzo possa ricordare che ha segnato per sempre lo stato d’animo di madri, padri, figli, fratelli e sorelle.

<<L’anno scorso eravamo agli albori della vicenda penale ancora frastornati dal dolore e ignari su ciò che avremmo pian piano scoperto – ha detto Gianluca Tanda, presidente del Comitato Vittime di Rigopiano – oggi sappiamo molto di più e sopratutto chi ha sbagliato e nonostante le garanzie del diritto vigente le nostre supposizioni  di allora si stanno trasformando piano piano in certezze. 

Nei giorni scorsi, proprio il comitato è stato ricevuto a Pescara dal Ministro dell’Interno Matteo Salvini che in visita nella nostra regione ha voluto incontrare i parenti delle vittime che hanno chiesto la deroga del Decreto Viareggio anche per i famigliari delle vittime di Rigopiano.

<<Quest’anno abbiamo voluto tendere la mano all’attuale governo – continua Tanda – affinché si renda conto di persona del dolore che intere famiglie vivono da quel giorno, affinché si impegnino come promesso a darci la forza sia morale nonché materiale di poter combattere ad armi pari contro chi ha sbagliato>>.

In basso il programma completo di venerdì 18.