Sono ben 3 le classi dell’istituto comprensivo scolastico di Pianella che stanno partecipando al progetto Bimboil, iniziativa promossa dall’associazione nazionale “Città dell’Olio”, di cui la città vestina è tra i soci più anziani.

L’iniziativa rientra in uno dei percorsi previsti all’interno di “Olio in cattedra”, progetto che ha l’obiettivo di promuovere nei bambini e nei giovani la consapevolezza che l’olio extravergine d’oliva rappresenta una eccellenza gastronomica che ci distingue in tutto il mondo ed, inoltre, un forte elemento culturale ed identitario, alimento alla base della dieta mediterranea.

Con Bimboil si cerca di promuovere, ormai da oltre 10 anni, l’educazione alimentare e, nell’edizione 2018/19, oltre alle attività di visita ai frantoi locali ed agli approfondimenti didattici sul tema, si punta l’attenzione al tema dell’etichetta e dell’importanza che essa rappresenta per una bottiglia di olio extravergine d’oliva. Attraverso il concorso “Caccia all’etichetta”, pertanto, si cerca di coinvolgere i più piccoli alla conoscenza del prodotto olio Evo ideando, con il supporto delle insegnanti, un’etichetta che possa evidenziare tutte le caratteristiche del prodotto e sviluppare quella sensibilità e quell’attenzione alla trasparenza e alla qualità che farà di loro dei consumatori consapevoli.

“Abbiamo aderito alla proposta dell’associazione Città dell’Olio coinvolgendo il locale istituto comprensivo perché crediamo che queste iniziative siano formative per i giovani studenti, afferma il sindaco Marinelli. Un plauso alle insegnanti che hanno raccolto con entusiasmo la proposta, partecipando con ben 3 classi della scuola primaria. Pianella rappresenta una storica Città dell’Olio all’interno del panorama nazionale, sede del consorzio di tutela dell’olio dop aprutino-pescarese e del distretto agroalimentare di qualità “Olio d’oliva d’Abruzzo”, conclude il primo cittadino, ed iniziative come questa accrescono la consapevolezza del patrimonio che siamo chiamati a tutelare e promuovere, sensibilizzando fin da subito i più piccoli”.