Una rapina finita male ha messo fine alla vita di Clemente Nobilio, 57 pasticciere originario di Loreto Aprutino ma da sempre residente in Venezuela dove gestiva la pasticceria di famiglia fondata da suo padre una volta lasciato il paese vestino.

Clemente Elias Nobilio Serrano, questo il nome completo della vittima, è stato freddato con un colpo in pieno petto nella mattina di lunedì scorso da dei rapinatori. Inutile il trasporto in ospedale.

La situazione in Venezuela si fa sempre più critica dal punto di vista della criminalità, infatti dal 2005 si contano almeno 4 vittime con una scia di sangue lunga più di 30 anni.