RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Le ultime notizie che ci arrivano non sarebbero né  piacevoli, né tranquillizzanti, né…edificanti.

Ma credo scaturiscano da un’articolo recentemente apparso sul blog di Lilly Mandara che si riferisce a situazioni risalenti a Luglio e non rappresentanti la situazione attuale che prevede la discussione sulla riorganizzazione della rete ospedaliera a fine novembre.
Ci viene da ridere leggendo le dichiarazioni del segretario del PD pennese, che lamenta l’ennesima presa in giro, intollerabile ed inconcepibile. Lo stesso chiede all’amministrazione comunale di non essere “accomodante e soggiogata, per meri interessi di partito, a questa Giunta Regionale che sta defraudando il nostro territorio” e chiede che “si faccia chiarezza su questa vicenda che rende nebuloso il futuro dell’Ospedale San Massimo”.

Dimentica il giovane segretario politico che in questa squallida situazione il nostro ospedale è stato messo dai suoi amici e compagni del passato governo, sia nazionale che regionale. Dovrebbe ricordare la solerzia e la tetragona determinazione di quei suoi stessi compagni, nel chiudere, sfasciare, distruggere un ospedale importante ed utile a tutta la comunità provinciale. Dovrebbe altresì ricordare che sin da subito a Penne il suo PD si mostrò accomodante e soggiogato, per meri interessi di partito, a quella Giunta Regionale, ed anche in seguito, quando il giovane amico divenne segretario del partito pennese, le cose non cambiarono! Quindi siamo al ridicolo, agli evangelici trave e pagliuzza nell’occhio.
Sapremo a breve, dalla viva voce dei protagonisti, come stanno realmente le cose, dovendo incontrare a breve i protagonisti regionali.
La nostra Associazione (ed io in primis) non farà sconti a nessuno e continuerà a lottare fino a quando sarà necessario.

Dott. Nicola Spoltore – Presidente Ass.ne SALVIAMO L’OSPEDALE DI PENNE