Il Comune di Penne, Assessorato alla Cultura, in collaborazione con la Fondazione Penne Musei e Archivi, la Fondazione Architetti Chieti – Pescara e l’Ordine degli Architetti della Provincia di Pescara, ha promosso una giornata di studi sulla figura dell’architetto pennese Raffaele de Vico.

L’evento è in programma sabato 12 ottobre presso la Sala consiliare del Comune di Penne a partire dalle ore 10:30 e vede la partecipazione di importanti studiosi di fama nazionale quali,  gli storici dell’arte Alessandro Cremona e Sandro Santolini della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, i professori Adriano Ghisetti Giavarina e Caterina Palestini dell’Università “G. D’Annunzio” Chieti-Pescara, Margherita Guccione direttore del MAXXI Architettura di Roma, la storica dell’arte Alberta Campitelli dell’Università “La Sapienza “ e “Luiss”, l’Architetto Massimo de Vico Fallani, l’ingegner Pietro Tonini, l’Assessore al Patrimonio e Turismo del Comune di Spoltore Chiara Trulli e il prof. Mario Costantini di Penne.

Raffaele de Vico, nato a Penne il 18 aprile 1881, dopo una prima formazione presso l’ufficio di Lino De Cecco, ingegnere capo dell’ufficio tecnico di Castellammare Adriatico, si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Roma, nel corso della sua carriera, a partire dai primi anni del 1900, si è dedicato alla progettazione e alla direzione dei lavori della maggior parte dei giardini pubblici di Roma, grazie alle opere di architettura e di arte dei giardini, che egli esegue e progetta fino al 1962, è da annoverare tra gli artisti più importanti per Roma.

Dotò del verde pubblico la Capitale dell’Italia fascista e poi la Capitale della Repubblica italiana, una figura di grandissimo spessore comparabile a quella dell’architetto Marcello Piacentini, attivo nello stesso periodo.

La sua opera è caratterizzata da una personale cifra artistica sobria e pulita, dalla meticolosa attenzione all’inserimento nel contesto storico, urbanistico e architettonico dei suoi progetti, e dalla loro densa ma discreta carica decorativa.

Il seminario, che si articolerà in due sessioni (mattutina e pomeridiana), dalle ore 10.30 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 17.00, consentirà l’erogazione dei crediti formativi professionali per architetti.