Il Comune di Pianella sarà a Milano il prossimo 10 dicembre alla manifestazione “L’odio non ha futuro”, l’iniziativa per la memoria contro l’odio e il razzismo promossa da ANCI, ALI e UPI in segno di solidarietà alla senatrice a vita Liliana Segre.

La decisione è arrivata dopo che il gruppo di minoranza “Vivere Pianella” ha avanzato la proposta di conferire la cittadinanza onoraria alla senatrice. Il sindaco Sandro Marinelli, nella volontà di giungere ad una soluzione condivisa, ha risposto convocando tutti i capigruppo ad un incontro.

Dopo aver approfondito la questione, con una mozione votata all’unanimità, è stato deciso di unirsi all’iniziativa di Antonio del Caro, Presidente nazionale ANCI, atta a uniformare tutte le proposte che in questi giorni stanno pervenendo da ogni angolo d’Italia.

Anche il Comune vestino sarà quindi parte della schiera dei 300 sindaci che andranno a Milano per la consegna simbolica di una fascia tricolore alla senatrice: «Il dibattito nazionale su questo tema ha giustamente coinvolgo anche la nostra realtà – afferma il sindaco Marinelli – e ringrazio il consigliere Denis Sposo, proponente insieme al gruppo “Vivere Pianella” della originaria mozione per la cittadinanza alla senatrice a vita, per la disponibilità mostrata nel ritirare la proposta e convergere unitariamente agli altri gruppi consigliari sulle iniziative messe in campo dall’ANCI. Sono particolarmente soddisfatto per l’esempio di maturità e consapevolezza fornita soprattutto alle fasce più giovani da parte dell’intero consiglio comunale, capace di unirsi compatto a difesa di valori comuni e condivisi quali la lotta alla xenofobia, al razzismo, all’antisemitismo ed alla violenza verbale e fisica, dimostrando che su tali tematiche non c’è spazio per divisioni e strumentalizzazioni politiche di alcun tipo».

Anche il Presidente del consiglio comunale Francesco Chiarieri ha espresso il suo apprezzamento: «È stato sicuramente un passaggio molto importante quello compiuto unitamente dai gruppi consigliari, poiché veicola il messaggio positivo sulla intangibilità e comune difesa dei valori fondamentali della nostra collettività. È di fondamentale importanza che siano proprio i consiglieri comunali a modellare la comunicazione su canoni di sereno e costruttivo confronto».

Luca Michelucci