Continua incessante la silenziosa lotta dei Carabinieri della Compagnia di Penne e di tutto il Comando Provinciale di Pescara contro i reati predatori in generale e i furti in appartamento in modo specifico. Nel corso della notte di venerdì i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Penne hanno denunciato in stato di libertà per possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli, una coppia formata da un 22enne di origini rumene ed una 29enne italiana, residenti nella provincia di Pescara, entrambi gravati da precedenti.

I due sono stati notati dai Carabinieri nella periferia del comune di Rosciano, in orario notturno, a bordo di una Mercedes di colore grigio, ed una volta fermati e controllati si sono mostrati subito nervosi. Perquisiti, occultati all’interno dell’abitacolo dell’auto, sono stati rinvenuti “strumenti del mestiere “: un cacciavite, un taglierino, una chiave artigianale idonea e solitamente utilizzata per forare e forzare porte e finestre in legno ed alluminio, guanti da lavoro ed in lattice ed una torcia.

I controlli sono stati intensificati soprattutto nelle ore serali e notturne, quando i malintenzionati si aggirano in cerca di obiettivi remunerativi: abitazioni isolate, soprattutto se gli occupanti non sono in casa.