E’ stato aggiornato, con apposita delibera di giunta, il piano di emergenza comunale della città vestina. Come illustrato dal sindaco Marinelli nell’apertura dei lavori dell’ultimo consiglio comunale, il Piano, la cui prima stesura risale al 2008, era già stato oggetto di aggiornamento ma, come sancito dalla normativa, necessitava di una ulteriore integrazione attesa la modifica delle funzioni e delle linee guida della Regione Abruzzo.

Queste ultime, infatti, prevedono uno snellimento delle procedure relative alla gestione delle emergenze, peraltro illustrate nel corso del convegno organizzato lo scorso inverno dalla locale sezione di Protezione Civile Modavi, motivo di approfondimento della tematica.

Ulteriori schede di completamento del piano saranno predisposte nel prossimo futuro, mediante un finanziamento della Regione e la collaborazione di tecnici incaricati. Si tratta della individuazione delle aree con maggiore criticità, la ricognizione delle situazioni sensibili oggettive e soggettive che si potrebbero presentare in caso di emergenza.

«Il nostro piano di sicurezza aggiornato, oggetto già di incontri di studio e di approfondimento, è stato già reso disponibile sul portale dell’ente, afferma il Sindaco Marinelli. Si tratta di un passaggio fondamentale, necessario per non farci trovare impreparati in caso di necessità, rendendolo il più possibile conforme alle necessità effettive del nostro territorio. Desidero esprimere un ringraziamento, conclude il primo cittadino, alla locale sezione di Protezione Civile che, oltre all’interessante convegno organizzato in passato, è stata protagonista nella strutturazione del campo di esercitazione nazionale presso lo stadio “Di Benedetto”, iniziativa che ha visto il coinvolgimento qualitativo e quantitativo di un grande numero di risorse, anche cinofile, in una esercitazione di livello internazionale che ha visto anche la partecipazione del presidente della Regione Abruzzo Marsilio, massima autorità regionale per quanto attiene la protezione civile e di una delegazione proveniente dal Giappone. Data l’importanza della materia la cittadinanza è invitata a prendere visione della documentazione sul portale dell’ente al fine di acquisire per tempo le informazioni che potrebbero rivelarsi fondamentali, nella denegata ipotesi in cui dovessimo affrontare ulteriori emergenze».