Migliaia di giovani in tutto il mondo venerdì 29 novembre hanno scioperano contro le politiche ambientali dei giorni nostri. La giornata denominata Fridays For Future ha visto un movimento internazionale di protesta, composto da alunni e studenti che hanno deciso di non frequentare le lezioni scolastiche per partecipare a manifestazioni in cui chiedono e rivendicano azioni atte a prevenire il riscaldamento globale e il cambiamento climatico. La data del 29 novembre non è stata scelta per caso visto che in questi giorni e fino al 13 dicemvbre a Madrid si sta svolgendo la Cop25, la conferenza mondiale sul clima dove è attesa la presenza di Greta Thunberg.

Ma torniamo alla manifestazione nell’area vestina. Alla giornata di sensibilizazzione verso i cambiamenti climatici organizzato, dal liceo “Luca da Penne – Mario dei Fiori”, hanno partecipato gli studenti delle scuole di Penne partecipando prima ad un’assemblea d’istituto e poi  mettendo in atto un corteo per le vie del centro vestino.

«Portare oltre 400 studenti pennesi per le vie della città a protestare per il loro futuro, in una terra sempre più dimenticata dalla politica, è sicuramente un segno importante – commentano gli organizzatori –  un segno che gli studenti pennesi hanno voglia di agire per poter garantire un futuro alla propria terra. Secondo noi vanno ripensati i sistemi di produzione mondiali».