PENNE. Continua l’importante lavoro dei Carabinieri della Compagnia di Penne e di tutto il Comando Provinciale di Pescara contro il fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti, in specie negli ambienti giovanili, quale vera piaga sociale dell’area vestina e della provincia pescarese.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Penne, nella serata del 6 febbraio, hanno arrestato due ventenni con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’attività investigativa finalizzata al contrasto all’uso e allo spaccio di sostanze stupefacenti in ambienti giovanili, ho portato a diverse perquisizioni personali e domiciliari nei confronti di giovani dell’area Vestina ritenuti colpevoli di rifornire di droga i coetanei della zona.

A casa di uno degli arrestati, F.D. residente a Loreto Aprutino, oltre a 270 grammi di Marijuana già essiccata e pronta alla vendita e due piantine di cannabis, è stato rinvenuto tutto il materiale necessario per la coltivazione naturale di piantine di “cannabis” comprensivo di una serra da interno con sistema di areazione, fertilizzanti vari, lampade ed un libro sulla modalità di coltivazione e su come “tenere le piante in salute”.

L’altro arrestato, V.V. residente a Loreto Aprutino, è stato trovato in possesso di 92 grammi di Marijuana, in parte già confezionata in dosi pronta per essere riversate nelle strade dell’area Vestina e il materiale occorrente per il dosaggio e il confezionamento.

Per entrambi sono scattate le manette per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e dopo una prima notte in camera di sicurezza della Caserma per il primo e ai domiciliari per il secondo, nella mattinata odierna saranno giudicati con rito “direttissimo” dalla Procura della Repubblica di Pescara.