Il riscontro di diverse positività al nuovo Coronavirus presso l’ospedale San Massimo di Penne, ha portato la ASL di Pescara ad attuare delle procedure restrittive per tutelare pazienti ed operatori sanitari.
Nel bollettino diramato proprio dall’azienda sanitaria locale di Pescara si legge che di fatto dalla giornata di oggi, è sospesa l’attività chirurgica con tutte le attività a carattere di degenza, ambulatori e Day Surgery; le attività di interruzione spontanea di gravidanza sono spostate presso il presidio ospedaliero di Pescara; le urgenze di tipo chirurgico, sia quelle trasportate da 118 che quelle di pronto soccorso, saranno indirizzate nei presidi ospedalieri di Pescara e Popoli; le urgenze ortopediche dovranno essere trasferite presso le unità operative di Pescara o Popoli in base alla gravità e alla disponibilità di posti letto. I pazienti di ortopedia dopo tampone al Covd-19 saranno spostati a Popoli. I pazienti chirurgici tutt’ora degenti, concentrati nel minor numero di stanze, verranno dimessi appena possibile.
L’unità operativa complessa sarà ridistribuita in due piani: al primo i Covid-19 negativi al secondo i Covid-19 positivi, a questo reparto saranno aggregati i sanitari del blocco operatorio e dell’AFO chirurgica.
L’attività dell’Unità operativa semplice di anestesia e di terapia intensiva post operatoria garantirà un medico H24 per trasferimento pazienti.