Il giorno 20-21 si è tenuto a Pescara un seminario on-line sulla cura dei disturbi “Ossessivo compulsivi” organizzato dal Centro di Psicologia Clínica, relatore il Professore Fabrizio Didonna esperto di fama internazionale che ha presentato un programma per la cura di questa patologia che ha aumentato la sua incidenza psicopatologica propio a seguito della epidemia del COVID-19. I disturbi ossessivi dovuti alla paura e allo stress potrebbero determinare un aumento di questa patologia tra quelle che riguardano il  settore della Salute mentale. Al seminario hanno partecipato oltre 48 persone in gran parte appartenenti al  gruppo di psicologi clinici, sparsi in tutto il territorio regionale, appartenenti all’Help Center servizio di aiuto psicologico dell’Ass. AIMY che risponde gratuitamente al numero verde 800 303 777 disponibile per tutte le persone che hanno bisogno di aiuto. Il problema dell’ansia ossessiva aggiunge il prof. Didonna potrebbe aumentare soprattutto a seguito dei disagi determinati dalle restrizioni necessarie a contenere l’ espandersi dell’epidemia. Il protocollo terapeutico proposto dal professore riguarda una serie di strategie cognitivo comportamentali in grado di favorire, attraverso un training di consapevolezza l’acquisizione di tecniche per liberarsi da abitudini sbagliate che possono aumentare lo stress e generare delle patologie ossessive. Tutti problemi a cui il programma adottato dallo staff dell’AIMY è in grado di fornire, grazie a questo seminario, delle risposte semplici ed efficaci per aiutare le persone a difendersi dall’ansia e dalla paura del COVID-19. In conclusione Didonna ha affermato che questa difficile condizione ci obbligherà a dover cambiare i nostri comportamenti in modo diverso da come siamo abituati nella nostra vita quotidiana, per cui sarà importante aiutare le persone ad avere fiducia in se stesse e ad essere più compassionevoli per promuovere così quella solidarietà necessaria a superare questo triste momento che sta attraversando la nostra società.