«A seguito delle nostre proposte rivolte alla maggioranza, per attuare misure di sostegno in favore di famiglie, aziende, imprese, lavoratori autonomi in situazioni di difficoltà a causa delle problematiche derivanti dall’emergenza “Coronavirus”, i provvedimenti della Giunta Comunale di Loreto Aprutino, sebbene apprezzabili, sono di scarso impatto e si sarebbe potuto fare di più». Così hanno commentato, l’ultima delibera riguardante la sospensione e la proroga delle tasse comunali, i Consiglieri Comunali delle forze di opposizione, Antonio Delle Monache, Moreno Sablone, Chiara Rasetta “In Comune” e Remo Giovanetti “Cittadini per Loreto”.

«Accogliamo favorevolmente a seguito della nostra richiesta – continuano i consiglieri – la decisione di decurtare gli importi già pagati per il servizio di trasporto scolastico per i mesi di marzo, aprile e maggio nel prossimo anno scolastico, ma siamo delusi perché non è stata prevista né la riduzione della TARI, il cui pagamento è stato solo differito di qualche mese, né la riduzione dell’addizionale comunale Irpef. Nessuna misura è stata adottata per ridurre il carico fiscale ai cittadini. Inoltre, non è stata prevista in favore delle attività commerciali, per sostenere la ripartenza economica, alcuna esenzione o riduzione dell’importo dovuto per l’occupazione di suolo pubblico.

«La semplice sospensione degli avvisi di pagamento, la decisione di non applicare sanzioni ed interessi per il ritardato pagamento di tasse locali, a patto che il ritardo sia di pochi mesi – concludono – non rappresentano un sostegno per le famiglie e per le attività economiche locali».