Da questa foto si evince chiaramente la nostra sintonia con la Regione Abruzzo. Un grazie da parte di tutti i centri sportivi va a chi, come dice l’assessore, ha scelto di prendere posizione e decidere in merito alla nostra riapertura piuttosto che “lavarsi” le mani e incolpare il Governo. Ringraziamo il presidente della Regione, gli assessori Verí e Liris che da come si evince anche da questa conferenza si sono immedesimati in noi gestori, Liris non poteva fare un’analisi migliore della nostra situazione. Non si sono risparmiati neanche nell’elogiarci vista la collaborazione reciproca che abbiamo avuto in merito all’ordinanza 72. Il 72 che come suggerisce la smorfia napoletana è il numero della meraviglia, sì la meraviglia di esserci accorti di avere amministratori che, come dice lo stesso assessore allo sport, sono stati scelti dal popolo per fare gli interessi dei cittadini. E bene, seduti tutti insieme intorno ad un tavolo, abbiamo cercato di intraprendere la via del dialogo costruttivo per arrivare a scelte condivise nel bene di tutti gli addetti ai lavori e di tutti gli sportivi amatoriali abruzzesi, gli stessi che, accettando questo protocollo, hanno scelto di mandare sold out i nostri centri e di rispettare alla lettera le varie direttive ma anche gli stessi che in questi pochi giorni di riapertura si sono presentati nei nostri impianti complimentandosi per questo grande risultato. Non è tempo di polemiche o di caccia alle streghe ma è tempo di riappropriarsi, anche se con qualche sacrificio ed a piccoli passi, di una normalità che un virus infimo all’improvviso ci ha negato.

Grazie ai nostri amministratori, a tutti coloro che hanno permesso ciò e agli sportivi amatoriali che ogni giorno ci dimostrano una grande maturità.