Dal comunicato stampa firmato dall’Assessore Petrucci emerge solo un tentativo di sviare l’attenzione, cercando di evidenziare inesistenti rotture politiche. È utile rammendare all’Assessore ed ai cittadini che l’attuale maggioranza comunale, nonostante si sia presentata unita e sotto un unico simbolo, attualmente è composta da ben tre gruppi consiliari: PenneViva, Lega e Per Penne. Tuttavia, ci risulta difficile comprendere come ad una così attenta disamina com’è quella fatta dall’Assessore Petrucci sia sfuggita una questione macroscopica. Infatti, nessuno ha chiesto una proroga della scadenza IMU per la quota di spettanza statale, bensì per la quota comunale. Già altri Comuni, tra i quali cito su tutti Montebello di Bertona e Spoltore, entrambi governati dal PD e dal centro-sinistra, hanno disposto la non applicazione di sanzioni ed interessi nel caso di versamento dell’acconto IMU 2020 entro il 30 settembre 2020, ovviamente sempre in riferimento alla quota di competenza comunale. Infatti, tale possibilità è stata confermata dal MEF con la risoluzione interpretativa dell’8 giugno 2020, nella quale si riporta testualmente che “tale facoltà (ovvero la possibilità di differimento da parte del Comune) può essere legittimamente esercitata dal Comune con esclusivo riferimento alle entrate di propria spettanza e non anche a quelle di competenza statale”. Inoltre, nello stesso viene esplicitato che un atto di tal natura può anche essere deliberato dalla Giunta, anche se dovrà avere una successiva ratifica da parte del Consiglio Comunale. Per il Partito Democratico-Circolo di Penne, anche questo è prestare attenzione alle esigenze dei cittadini. Dunque ci spieghi, l’Assessore quale sia la panzana, così come spieghi ai cittadini l’annuncio che egli aveva fatto su Facebook, tramite la sua pagina personale sponsorizzata (meno Facebook?) con il quale preannunciava che con la seduta del Consiglio Comunale del 12 maggio scorso “sarà sospeso, inoltre, il pagamento di tasse (Tari) e imposte (IMU) fino al 30 giugno 2020”. Molte famiglie avevano fatto affidamento su tali parole. Inoltre, ricordiamo all’Assessore Petrucci che comunicare la posizione politica della maggioranza comunale in merito alle richieste avanzate dal gruppo PenneVale e dal PD il medesimo giorno nel quale scade il pagamento dell’acconto IMU non sia proprio questa gran cosa. Molte famiglie per adempiere ai propri doveri avrà già pagato quanto dovuto, con tutto quanto ne consegue in termini di sacrifici economici. D’altronde, questo è il modo di operare della destra.