Ben 1milione 200mila euro di investimenti per il rifacimento di 25 chilometri di strade della nostra provincia, mettendo in sicurezza nodi viari strategici di connessione tra la Valle Vestina e la Vallata della Nora Sono le opere che partiranno lunedì prossimo, 29 giugno e che richiederanno all’incirca un mese di lavori, affidati a due imprese, la Santoro Rent e la Facciolini Srl. L’obiettivo della Provincia è di fare presto, di fare bene e di ripristinare le opportune condizioni di messa in sicurezza di strade di grande traffico e che, in alcuni casi, non hanno visto neanche l’ombra di una manutenzione ordinaria da almeno vent’anni”. Lo ha detto il Presidente della Provincia di Pescara Antonio Zaffiri ufficializzando il cantiere.

Continua in modo incessante l’impegno della nostra amministrazione provinciale per restituire dignità, decoro, funzionalità, e piena fruibilità alle nostre strade provinciali che, in molti casi, purtroppo abbiamo ereditato in condizioni veramente improponibili – ha sottolineato il Presidente Zaffiri -. Parliamo di strade dissestate, disastrate, dove la percorribilità è affidata spesso esclusivamente alla buona sorte. Noi, con il nostro ufficio tecnico, abbiamo subito avviato le progettazioni, le gare d’appalto, gli affidamenti e lunedì prossimo siamo pronti ad aprire i cantieri. Nello specifico le opere riguarderanno la strada provinciale Tarallo-Micarone-Catignano, poi la strada provinciale Tarallo-Colle Cavaliere-Vestea, quindi Civitella Casanova e Villa Celiera, assi stradali in cui andremo a rifare tappetini, asfalti e segnaletica, e infine è previsto un piccolo intervento all’incrocio tra la zona Catignano e l’incrocio con la 602, opera con la quale andremo a modificare l’incrocio dove oggi c’è una canalizzazione veicolare anomala e che andremo a ripristinare nel rispetto del codice della strada, soprattutto rendendo più chiare precedenze e corsie. Parliamo, appunto, di strade, come la Tarallo-Catignano, dove non è stata mai eseguita una manutenzione fondamentale da almeno vent’anni e che oggi versano in condizioni di grande criticità, specie quegli assi che collegano l’area Vestina con la Vallata della Nora, dunque la 602 con la 81. Su quei 25 chilometri di strada entro un mese riporteremo la massima sicurezza di transito e fruizione”.