“Il terzo lotto dei lavori per l’inerbimento del campo dello Stadio Colangelo si farà e i fondi, come programmato, sono già disponibili. A giorni ci sarà la firma della relativa convenzione tra la Regione Abruzzo, che eroga i 450mila euro necessari, e il Comune di Penne per poi far partire tutta la procedura. Il vicesindaco di Penne Ferrante è perfettamente a conoscenza dello stato di avanzamento dell’iter amministrativo, e spiace che faccia il pesce in barile, fingendo uno ‘sconcerto istituzionale’ e annunciando lettere che non hanno alcuna ragion d’essere. Fatto salvo il tentativo di mettere il cappello su un’opera già prevista, programmata e concordata tra le Istituzioni e che non sta riservando alcuna sorpresa. Fa invece sorridere la sortita del Pd che, sperando di cogliere in fallo la maggioranza di governo, interviene a gamba tesa sulla materia scivolando sulla stessa buccia di banana del vicesindaco”. Lo hanno detto il consigliere comunale di Penne e consigliere provinciale Emidio Camplese, l’assessore comunale alle Politiche sociali Lorenza Di Vincenzo e il Presidente del Consiglio comunale, con delega allo Sport, Antonio Baldacchini ufficializzando gli atti inerenti i lavori allo Stadio Colangelo.

“Non possiamo nascondere lo stupore dinanzi alle dichiarazioni del vicesindaco Ferrante il quale, alla vigilia di Ferragosto, ha aperto una querelle con la Regione imputandole un presunto ritardo nell’erogazione dei fondi necessari per completare le opere di rifacimento dello Stadio Colangelo di Penne – hanno detto i tre amministratori Camplese, Di Vincenzo e Baldacchini -. Non ci siamo affatto preoccupati in quanto siamo fiduciosi dell’operato della Regione rispetto alla convenzione che, seppur non ancora firmata, conosciamo tutti nei contenuti, a partire dal vicesindaco. E lo stupore è diventato sorpresa quando abbiamo verificato che nulla è cambiato rispetto agli impegni assunti mesi fa, ovvero: la Regione Abruzzo ha destinato un maxi-contributo pari a 450mila euro, somma proveniente dai finanziamenti della Protezione civile per le emergenze determinate dal sisma e dagli eventi meteorologici, per il ripristino del Centro Sportivo Campetto-Ossicelli, al fine di riparare i danni causati dagli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nella seconda decade del gennaio 2017. Per quanto riguarda i tempi di realizzazione dell’intervento di inerbimento, parliamo di 8 mesi come previsto da sempre, dunque non ci sono né ritardi né slittamenti, bastava leggere le carte per verificare che siamo perfettamente e amministrativamente al passo con gli impegni assunti, seppur travolti tutti da una pandemia che fra l’altro ha imposto a Penne per mesi una ‘zona rossa’ che comunque avrebbe impedito qualsiasi intervento e questo il vicesindaco Ferrante, così come il Pd, lo sa. E il vicesindaco sa anche che a giorni è prevista la firma della convenzione tra Comune e Regione, dunque sa che non c’è bisogno di alcuna ‘lettera di sollecito’ nei confronti del Governo Marsilio, sa che il Comune di Penne verrà convocato per la firma entro qualche ora, sa che i lavori si faranno rispettando rigorosamente i tempi, come previsto anche nel Piano di erogazione delle somme. Il vicesindaco – hanno aggiunto Camplese, D Vincenzo e Baldacchini – sa infine che i lavori allo Stadio Colangelo sono opere attese da tutta la popolazione, dagli sportivi e dai semplici cittadini, e a questo punto la sua uscita ferragostana pare solo uno sterile tentativo di attribuirsi il merito di velocizzare una pratica che, in realtà, sta già marciando sulla sua strada senza alcun intoppo né ostacolo. Piuttosto che scrivere lettere inutili, gli consigliamo di lavorare e porre in essere tutte le condizioni affinchè il Comune di Penne sia in grado di realizzare le opere nel minor tempo possibile, preferendo la politica dei fatti a quella delle chiacchiere. Nel merito ringraziamo, peraltro, il Governatore Marco Marsilio e il Presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri per la sensibilità dimostrata rispetto alla problematica della nostra città e per la celerità con la quale hanno assicurato tutti e tre i lotti di finanziamento che ci permetteranno di restituire alla nostra comunità un’opera fondamentale e assolutamente strategica per il territorio”.

 

Consigliere comunale – Consigliere provinciale Emidio Camplese

Assessore Politiche Sociali – Lorenza Di Vincenzo

Presidente del Consiglio comunale – Antonio Baldacchini