Le famiglie pianellesi che hanno anticipatamente sostenuto il costo dello scuolabus per il trasporto degli studenti, relativamente al periodo di emergenza sanitaria, potranno ottenere il rimborso o la compensazione della spesa.Questo è quanto emerge dall’atto di indirizzo della giunta che ha indicato le modalità per il recupero di quanto versato: procedere alla compensazione delle quote versate dagli utenti che fruiranno del servizio del trasporto anche nell’anno scolastico 2020-2021 o, in caso di mancato utilizzo del servizio, rimborsare l’intero importo. Previsto, altresì, un criterio di priorità per quanto attiene l’iscrizione di coloro che, avendo già ottemperato al pagamento lo scorso anno, non si trovano in condizione di morosità con l’ente.“Con l’emergenza sanitaria ed il relativo lockdown le famiglie non hanno più potuto usufruire di un servizio che, in alcuni casi, risultava interamente pagato, afferma l’assessore ai servizi scolastici Sabrina Di Clemente. Per tale ragione abbiamo individuato sia la possibilità di ottenere un rimborso sia di procedere a compensazione con il contributo da versare nel nuovo anno scolastico, in procinto di essere avviato. Per ogni informazione, conclude l’assessore, sono a disposizione gli uffici comunali, contattando il numero 085-9730250”.