Nell’ambito dei servizi per la verifica della normativa Anti-contagio Covid, disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Pescara, i Carabinieri della Compagnia di Penne, guidati dal Capitano Giovanni De Rosa, hanno continuato ad effettuare controlli a tappeto sul territorio di competenza dell’area Vestina. I Militari, hanno fermato oltre 193 veicoli e identificato più di 250 persone su strada, controllato 20 locali pubblici, contestando la violazione amministrativa del Dpcm a 11 individui, tra i 18 e i 70 anni. Un 65 enne, residente a Pescara risultato essere positivo al COVD e sottoposto a quarantena sanitaria è stato individuato e controllato a Rosciano, mentre era tranquillamente intento a svolgere la sua attività lavorativa a bordo del proprio autocarro, di conseguenza l’uomo è stato deferito a piede libero. Durante i controlli, sempre a Rosciano, è stato inoltre accertato che un 58enne del posto, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, aveva richiesto ed ottenuto dal Magistrato di Sorveglianza, l’autorizzazione ad uscire dal proprio domicilio per svolgere attività lavorativa ma il rapporto lavorativo, alla base dell’autorizzazione, era fittizio e l’azienda per la quale avrebbe dovuto lavorare era ormai cessata da tempo, pertanto, l’autorizzazione è stata revocata ed il 58enne è stato denunciato.