RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. Come gruppo di PenneVale abbiamo criticato l’amministrazione comunale nel consiglio del 22 aprile scorso, in particolare sull’assenza di iniziative per migliorare l’assetto organizzativo del settore urbanistica e, nello specifico, per il rilascio di documenti di archivio e pratiche di sanatorie per accedere ai benefici previsti dal 110%. Ormai da mesi assistiamo a continue lamentele da parte di cittadini, tecnici e imprese in quanto a Penne, a causa di una lentezza ingiustificata degli uffici, senza vedere i benefici straordinari del Bonus 110%. Da quasi un anno esiste una grande opportunità per un rilancio dell’edilizia, sia sotto l’aspetto economico che sociale:

  • economico perché tanti tecnici, imprese, consulenti e operatori del settore potranno cogliere la grande opportunità di aprire cantieri importanti che andranno anche a migliorare la qualità e la sicurezza dei fabbricati della nostra città, anche da un punto di vista di tutela ambientale
  • Sociale in quanto con questo provvedimento anche le famiglie più bisognose potranno effettuare i lavori a costo zero sulle proprie abitazioni.

Purtroppo, a Penne tutto questo faremo fatica ad attuarlo in quanto l’amministrazione, nonostante le nostre sollecitazioni, mistifica la realtà, sostenendo che, a livello nazionale, si sta andando verso il fallimento di queste pratiche. Non solo tutto questo è falso ma, addirittura, il governo sta pensando di concedere ulteriore proroghe vista la bontà della legge. Ci auguriamo che nei prossimi giorni arrivino anche dei segnali diversi affinché l’amministrazione comunale riveda la propria posizione, tornando a stare al fianco delle esigenze di tutti i cittadini, in quanto il tessuto economico del nostro paese ha bisogno di cogliere questa opportunità e l’amministrazione ha il dovere di rispondere velocemente a queste sollecitazioni.