Grazie alla partecipazione ed alla aggiudicazione del bando regionale sugli uffici di prossimità, tornerà a Pianella uno sportello dedicato ai cittadini per le necessità legate alla volontaria giurisdizione e agli istituti di protezione giudiziaria (tutele, curatele, amministrazioni di sostegno).

Il Ministero della Giustizia  ha elaborato un progetto a valere sul PON Governance 2014-2020, con l’obiettivo di realizzare una azione di sistema che contribuisca alla creazione di una rete di “ Uffici di prossimità” su tutto il territorio nazionale partendo dall’analisi delle esperienze di uffici di prossimità sorti spontaneamente in particolare nelle regioni Piemonte, Toscana e Liguria; la regione Abruzzo ha ottenuto il finanziamento ministeriale e di conseguenza emanato il bando per raccogliere le manifestazioni di interesse da parte dei comuni, emanando con la determinazione dirigenziale del 10.06.2021 la graduatoria dei comuni ammessi, tra i quali figura anche la città di Pianella.

“Siamo particolarmente soddisfatti – spiega il Sindaco Sandro Marinelli – di poter riattivare un servizio giudiziario sul nostro territorio che vanta una tradizione secolare in tema di uffici giudiziari per essere stata sin dal 1800 sede di Pretura e da ultimo del Giudice di Pace.

Abbiamo partecipato alla manifestazione di interesse indetta dalla regione – aggiunge il primo cittadino – per poter offrire alla nostra cittadinanza un ulteriore servizio che, grazi anche all’avanzato livello di digitalizzazione del processo Civile Telematico,consentirà ai residenti di effettuare direttamente presso gli uffici comunali le pratiche inerenti la volontaria giurisdizione e le protezioni giudiziarie (tutele, curatele, amministrazioni di sostegno), laddove le procedure non necessitano dell’assistenza necessaria di un legale.

In particolare presso l’Ufficio comunale di prossimità si potranno effettuare attività di: a)- informazione e orientamento sulle procedure giudiziarie, con riferimento alla volontaria giurisdizione e agli istituti di protezione giuridica; b)- supporto alla compilazione della modulistica del Tribunale e alla redazione di istanze ed atti, con raccolta e verifica degli allegati richiesti; c)- predisposizione e deposito telematico delle istanze e degli atti per conto dell’utente; e)- rilascio di copia degli atti contenuti nel fascicolo telematico”. La regione Abruzzo nell’ambito delle risorse ottenute provvederà all’acquisizione di beni mobili strumentali e arredi per l’allestimento degli uffici; alla formazione del personale comunale preposto; al servizio di help-desk a supporto dell’utilizzo dell’infrastruttura informatica e dei software sviluppati; alla digitalizzazione dei fascicoli relativi ai procedimenti pendenti di volontaria giurisdizione.